Inps – Circolare n.64 – Congedo Parentale e Contributi Figurativi

Con la risoluzione del 13 maggio 2010 l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (Inps), ha fornito ulteriori chiarimenti in merito alla contribuzione figurativa in favore di soggetti iscritti alla Gestione Separata Inps nei casi di congedo di maternità/paternità.

La circolare inoltre chiarisce, la posizione spettante anche alle lavoratrice e lavoratori a progetto, nonchè relativamente a categorie assimilate, che già a partire dal 2007, l’indennità di congedo parentale è corrisposta per un periodo massimo di tre mesi ed entro il primo anno di vita del bambino.

Inoltre, la circolare Inps, chiarisce la modalità di calcolo della contribuzione che tiene conto di fattori principali, come il reddito medio percepito nell’anno, e qualora non vi siano state retribuzioni verrà preso in considerazione il reddito medio relativo all’anno precedente. Successivamente il reddito medio andrà moltiplicato per il numero dei giorni di fruizione dell’indennità, dati dalla differenza tra i giorni lavorati e i giorni di congedo, applicando come l’indice aggiornato ai dati Istat del momento.
La contribuzione figurativa verrà corrisposta, in base alla contribuzione originaria, ogni mese, seguendo il metodo per “principio di cassa”.

Circolare numero 64 del 13-05-2010
Fonte: Inps

Condividi:Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter

Rispondi