Donne imprenditrici con Donna Moderna

Non solo moda, non solo gossip: la rivista femminile Donna Moderna si distingue nel panorama pubblicazioni “rosa” per un grande progetto portato avanti insieme alla Fondazione Vodaphone a vantaggio delle donne e della emancipazione economica femminile.

Parliamo del grande bando di concorso dedicato esclusivamente a business plan redatti da donne per progetti imprenditoriali che tocchino le aree del web, della conciliazione e del reinserimento lavorativo di soggetti svantaggiati (come ad esempio le donne che hanno subito violenza familiare tutelate da Pangea Onlus).

Il bando prevede un fondo di ben 300mila euro partizionato equamente fra i tre progetti vincitori, uno per ogni settore.

Possono partecipare tutte le donne di qualunque età (solo per il progetto web non devono superare i 30 anni).

Il bando scade il 15 gennai0 2011 ed è importante sottolineare che i soldi erogati sono a fondo perduto.

Come leggiamo sul sito le tre aree di partecipazione sono così descritte:

SOLIDARIETÀ – Diamoci una mano

Chi sceglie di partecipare dovrà proporre un progetto imprenditoriale che favorisca l’inserimento nel mondo del lavoro di donne che hanno subito violenza o che vivono situazioni di disagio socio economico.

Se è vero che le donne fanno più fatica a trovare un’occupazione e che sono più minacciate degli uomini dalla disoccupazione e licenziamento, nel caso di una donna che abbia subito violenza gli ostacoli si moltiplicano.

Le donne vittime di violenza domestica hanno una maggiore probabilità di perdere il lavoro o abbandonarlo facendo ricadere su di se e i propri figli le conseguenze economiche, educative, sanitarie, sociali.

La violenza, infatti, riduce l’abilità a lavorare per il proprio benessere e quello della famiglia.

La donna, priva di reddito, è così soggetta a una doppia spirale: quella della violenza e della povertà.

Avere invece una maggiore autonomia economica, o comunque delle esperienze lavorative, ha anche un altro beneficio: dà alla donna maggior fiducia, più forza di decisione e riduce la sua vulnerabilità aprendo spiragli prima impensati e l’inizio di un percorso diverso che possa ridare dignità alla persona.

WEB
Mettimoci in Rete
Chi sceglie di partecipare dovrà proporre un progetto web o relativo alle telecomunicazioni e mirato a incentivare l’occupazione femminile.

Con lo sviluppo di Internet e del cellulare, infatti, sono nate nuove professioni che possono incentivare l’occupazione femminile.

CASA&LAVORO
Organizziamoci al meglio
Chi sceglie di partecipare dovrà proporre un progetto che favorisca una migliore gestione delle esigenze lavorative e famigliari delle donne nella vita quotidiana.

Per esempio attività legate alla conciliazione del lavoro con la famiglia e al reinserimento lavorativo di una donna dopo la maternità.

Il bando completo è scaricabile da http://www.donnamoderna.com/attualita/progettodonnelavoro/

Condividi:Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter

Rispondi