Come diventare Cake Topper Designer

Il matrimonio è sempre stato un evento sociale importantissimo nella vita delle persone: il giorno più bello della vita, la feste che celebra te ed il tuo amato sposo, uniti davanti alla comunità di amici e parenti. Una giornata di festa per tutti, in particolare per gli sposi.

Nel giro di pochi anni sono emerse nuove professionalità e quindi opportunità di lavoro per chi ha la passione per moda, estetica unito a ottime capacità di comunicazione e gestione delle relazionali interpersonali.

Lo abbiamo chiesto a Mary di https://www.marymade.it/

Il Matrimonio è diventato un evento complesso

L’organizzazione di un matrimonio è complesso perché sono disponibili un maggior numero di opzioni: una volta il matrimonio si organizzava in casa con l’aiuto della famiglia e gli amici più stretti. Oggi il tempo a disposizione è poco e sono aumentate a dismisura le opzioni che gli sposi hanno a loro disposizione per via del web e ad un’offerta di bene e servizi nuovi personalizzando il matrimonio. La complessità del matrimonio deriva anche da una necessità (a volte ossessiva) di apparire. E così, l’aumento delle opzioni a disposizione degli sposi e la diminuzione di tempo disponibile per via di una vita frenetica, creano il bisogno di nuove figure professionali che si prendono cura dell’evento: nascono così il wedding planner, professional shopper, truccatrice professionista, fotografi  per matrimonio e poi c’è una professione che si è affermata in questi ultimi anni poco nota: il cake topper designer.

Che cos’è un Cake Topper?

Il Cake Topper è un piccolo modello che viene messo sulla torta nuziale a rappresentare gli sposi. L’idea di decorare la torta nuziale con un cake topper nasce negli Stati Uniti negli anni ’50 – un simbolo dell’unione degli sposi ed un ornamento che rimane a ricordo del matrimonio assieme all’album fotografico. I cake topper tradizionali di quell’epoca (e fino a pochi anni fa) hanno rappresentato gli sposi vestiti in modo elegante: la sposa in un vestito bianco, con velo nuziale e bouquet di fiori, con sposo in vestito scuro classico. All’origine si è trattato di modellini in plastica pressofusa, standard e di poco valore. Con gli anni il topper [si chiama anche così in Italia]  si è trasformato da ricordino marginale, ad un elemento centrale a completamente della torta: una parte integrante non solo della decorazione, ma anche di connessione diretta con gli sposi attraverso una personalizzazione dei vestiti e delle sembianze. Il cake topper è diventato un elemento centrale non solo della torta ma del matrimonio, accentrando su di sé tutta l’attenzione dei partecipanti al momento del taglio della torta grazie alla creatività, l’estro e abilità di chi è chiamato a creare il cake topper.

Come si Diventa Cake Topper Designer?

Si parte da una formazione di base di tipo artistico con una forte capacità manuale e passione per le arti creative. Ma non basta. Come per tutti i mestieri, l’essere degli artisti eccellenti è solo la prima di molte altre capacità che sono necessarie affinché questo possa diventare un mestiere – sono necessaire diverse soft skills (ovvero quelle competenze e conoscenze di tipo relazionale che costituiscono gli strumenti con cui operare quotidianamente per svolgere al meglio il proprio lavoro nel rispetto delle aspettative del Cliente). Organizzare un matrimonio è attività articolata e complessa: il cake topper è un elemento importante che però è spesso trascurato fino all’ultimo momento, per cui bisogna essere mentalmente preparati ad avere a che fare con wedding planner stressati e spose “molto agitate” a poche settimane dalle nozze. Un’altra difficoltà che deriva dalle aspettative degli sposi è l’attenzione alla qualità del lavoro: gli sposi sono spesso molto pignoli ed analizzano ogni dettaglio! La difficoltà d’interpretazione delle attese aumenta ancora di più in quei casi in cui il rapporto con weddng planner o gli sposi è a distanza. In casi come questo la sensibilità del cake topper designer deve essere particolarmente pronunciata ed attenta a leggere i messaggi mail, capace di interpretare le istruzioni che spesso arrivano per Whatsapp o FaceBook Messenger che arrivano ad ogni o peggio fornite direttamente al telefono perché non c’è tempo di scrivere una mail…

Il cake topper designer è un mestiere stagionale

I mesi estivi sono intensissimi: la maggior parte dei matrimoni si concentra nella stagione primavera/estate, da maggio a settembre. I ritmi di lavoro in quei mesi sono a dir poco frenetici ed incessanti. In quei cinque mesi non c’è tregua ed è durante quel periodo che si fa quasi tutto il fatturato dell’anno, quindi non c’è tempo di fare altro se non lavorare per produrre toppers. Nei mesi di “bassa stagione” bisogna lavorare alla preparazione della prossima stagione, anche se ci sono opportunità di lavorare da ottobre fino a natale.

Non solo matrimoni…

I cake topper sono utilizzati anche per le feste di compleanno, laurea e anniversari anche se meno richiesti (almeno al momento). Il cake topper designer è anche la figura di riferimento per la creazione di bomboniere particolari, segnaposto, ed altri accessori simili per chi è alla ricerca di articoli personalizzati e di qualità.

Per concludere

Il Cake topper designer è una nuova figura professionale che si sta affermando tra quelle già note come il wedding planner. Il cake topper è un elemento centrale della torta nuziale a cui si attribuisce una importanza crescente. Chi è interessato ad intraprendere questa strada, oltre ad essere un bravo artista, deve avere spiccate doti comunicative e capacità organizzative per lavorare con wedding planner e sposi, è una persona con buone capacità organizzative, capace di lavorare le lunghe ore richieste a tutti coloro che operano in settori stagionali com’è quello dei matrimoni.

Esempi di cake topper personalizzati:

Condividi:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter

Rispondi