INAIL assegno una tantum vittime d’infortunio sul lavoro

E’ recente un provvedimento legislativo a sostegno delle famiglie di lavoratori vittime d’infortunio mortale sul lavoro, tale provvedimento legislativo toglie di fatto la soglia di vincolo di reddito familiare di euro 50000,00 oltre il quale l’assegno una tantum veniva erogato nella misura del 50%. Il nuovo DM prevede la possibilità di ripresentare la domanda di ricalcolo dell’assegno entro e non oltre il 13/03/2009, tuttavia riguarda eventi verificatesi nei soli anni 2007 e 2008. A titolo puramente esplicativo si ricorda che l’una tantum spetta ai familiari quali coniuge e figli della vittima del lavoro e in seconda istanza a genitoi, fratelli o sorelle, la domanda va presentata entro 40 giorni dalla data dell’avvenuto decesso (termine di presentazione aggiunto dal DM prima inesistente) e l’erogazione avviene entro 30 giorni dall’accertamento sommario che avviene da un pool di esperti della DPL e dell’Inail.

Condividi:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter
Ricevi aggiornamenti Gratuiti sul Lavoro
Iscriviti gratis!
Non facciamo spam.

Riceverai al massimo due mail al mese.
Autorizzo al trattamento dei dati personali D.L. 196/03

Rispondi