Patente a Punti sulla Sicurezza in Edilizia

Tra le novità del Testo Unico sulla Sicurezza del Lavoro, ancora indiscussione dal Consiglio dei ministri, la Patente a Punti sulla Sicrezza Edilizia che mira a diventare uno strumento in grado di garantire alle imprese “Sicure” una corsia preferenziale per l’accesso ad appalti e a finanziamenti pubblici.

In un primo momento verrà rilasciata alle imprese edili più virtuose che soddisfano i requisiti della sicurezza, ma se il meccanismo si dimostrerà efficace verranno interessati altri settori, come quello tessile e dello strumentario chirurgico.

Naturalmente, il sistema di qualificazione dovrà comprendere determinati standard contrattuali e organizzativi nell’impiego della manodopera.

Il funzionamento di questa patente, sarà simile a quello della patente di guida, ossia, verranno attribuiti dei punti iniziali, ale imprese e ai avoratori autonomi operanti nell’edilizia, soggetto a riduzioni ogni qual volta vengono riscontrate delle violazioni in materia di salute e sicurezza del valoro.

L’azzeramento del punteggio determinerà la chiusura del cantiere edile e il blocco dell’attività lavorativa; con la patente a punti si intende valutare l’Azienda Sicura e Qualificata, con la conseguenza che molte altre aziende “non sicure” verrebbero messe “fuori mercato”.

Condividi:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter
Ricevi aggiornamenti Gratuiti sul Lavoro
Iscriviti gratis!
Non facciamo spam.

Riceverai al massimo due mail al mese.
Autorizzo al trattamento dei dati personali D.L. 196/03

Rispondi