Scuola: migliaia di precari rischiano grosso

Le proteste contro i tagli effettuati dal Ministero dell’Istruzione Maria Stella Gelmini sta scatenando proteste in tutta Italia.

Sono migliaia i giovani insegnanti che ormai da anni lavoravano annualmente come docenti in tutte le scuole d’Italia.

Oggi rischiano di trovarsi disoccupati e praticamente in mezzo alla strada dopo anni di studi, gavette, viaggi e sacrifici enormi.
Migliaia di precari che rischiano seriamente di passare nella categoria dei disoccupati.

Nei tagli sono coinvolti anche insegnanti di ruolo.

Ormai in molte città, giovani insegnanti si incatenano ai provveditorati, salgono sui testi, marciano per protesta.

Questa mattina un centinaio di insegnanti hanno manifestato contro il taglio dei precari nella scuola a Roma, sulla scalinata del ministero dell’Istruzione in viale Trastevere, portando in processione una statua raffigurante “Beata Assunta“.

Condividi:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter
Ricevi aggiornamenti Gratuiti sul Lavoro
Iscriviti gratis!
Non facciamo spam.

Riceverai al massimo due mail al mese.
Autorizzo al trattamento dei dati personali D.L. 196/03

Rispondi