Archivio tag: sentenza

Periodo di formazione: computato nell’anzianità di servizio

Recentemente la giurisprudenza è propensa a ritenere non facenti parte dell’anzianità il periodo di formazione in caso di trasformazione l’anzianità di servizio del rapporto di lavoro a tempo indeterminato. In passato si riteneva invece che questo periodo di formazione rientrasse nel calcolo degli aumenti.

Danno tanatologico: risarcimento agli eredi

La Corte di Cassazione ha affermato che in caso di infortunio sul lavoro, dal quale sia derivata la morte del lavoratore a distanza temporale dal fatto anche brevissima, è risarcibile al lavoratore, ed è quindi trasmissibile jure hereditatis, il c.d. danno tanatologico o da morte immediata, il quale va ricondotto nella dimensione del danno morale, […]

Contratto a termine e nome del sostituto

La Corte di giustizia europea, con sentenza n. C–98/09, ha sentenziato che il contratto a tempo determinato, stipulato per ragioni di carattere sostitutivo, che non contenga il nome del lavoratore assente non è contrario alla clausola n. 8 dell’Accordo quadro europeo.

Collocamento obbligatorio degli invalidi

Importante sentenza della Corte di Cassazione in materia di collocamento obbligatorio degli invalidi. Con sentenza n.13285 del 31 maggio 2010 ha affermato che vi può essere l’assunzione di un disabile a tempo determinato senza che sia necessario indicarne le ragioni che giustificano tale scelta a termine.

Corte Costituzionale: accertamenti fiscali a carico delle scuole

La Corte Costituzionale, con sentenza n. 207 del 7 giugno 2010 ha dichiarato illegittima la norma che pone a carico delle ASL gli oneri per gli accertamenti medico-legali. L’art. 71 della legge 133/08 imponeva a tutte le pubbliche amministrazioni, e dunque anche alle istituzioni scolastiche, di predisporre accertamenti medico-legali nei confronti dei propri dipendenti assenti […]

Il datore di lavoro troppo tollerante perde il diritto di licenziare

Il datore del lavoro troppo tollerante verso le assenze del lavoratore potrebbe avere ripercussioni  negative sui suoi diritti. La sezione lavoro della Corte di Cassazione, con sentenza n. 11342 dell’11 maggio 2010, ha stabilito che il datore di lavoro perde il diritto di licenziare se assume un atteggiamento tollerante rispetto alle ripetute assenze dei suoi […]

Dare del “pazzo” al Capo non è reato

Quante volte in ufficio rischiamo di perdere le staffe e lasciarsi andare in imprecazioni, parolacce e volgarità? E quante volte avremmo voluto dare del pazzo al “capo” che ci tratta male, con stipendio da fame e turni massacranti? Bene tutto questo oggi è possibile (nei limiti) senza rischiare il posto di lavoro. A dirlo è […]

La Corte Costituzionale boccia la formazione esclusivamente aziendale

La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 176 del 15 maggio 2010, boccia parte del Dl n. 112 del 2008, convertito con modificazioni in Legge n. 133 del 2008, a seguito del ricorso presentato da alcune regioni (Toscana, Basilicata, Puglia, Emilia Romagna, Liguria, Marche e Piemonte).

Molestie sessuali sul lavoro: maxirisarcimento per le vittime

Le molestie sessuali sul posto di lavoro è la cosa più spregevole che possa esistere. Lede il diritto e la dignità del lavoratore, posto in una condizione di subordinazione rispetto al datore di lavoro. Per questi motivi la sentenza n. 12318/2010 della Sezione Lavoro della Corte di Cassazione non fa certo sconti. Chi è vittima […]