Accesso al Lavoro Subordinato per Stranieri

L’ingresso in Italia di cittadini stranieri interessati a svolgere attività di lavoro subordinato (a tempo indetermonato, determinato, stagionale), è possibile solo a seguito di una richiesta (nominativa o non nominativa) da parte del datore di lavoro. Nei casi in cui il datore di lavoro non abbia una conoscenza diretta dello straniero, può richiedere l’autorizzazione al lavoro di una o più persone iscritte nelle liste relative alle quote di ingresso stabilite dal governo riservate in via preferenziale a determinate liste di lavoratori provenienti o residenti in paesi extra europei oppure inoltrare una semplice richiesta numerica. Ottenuta l’autorizzazione all’ingresso per lavoro, il lavoratore straniero deve richiedere il visto per lavoro subordinato (VISA) presso l’ambasciata o il consolato italiano del suo Paese di provenienza. Una volta arrivato in Italia il lavoratore, in possesso di visto per lavoro subordinato, deve presentare richiesta di Permesso di Soggiorno per lavoro subordinato entro 8 giorni lavorativi dal suo arrivo in Italia. Il nulla osta al lavoro subordinato non stagionale ha validità per un periodo massimo di 6 mesi; mentre il nulla osta al lavoro subordinato stagionale ha validità da 20 giorni a 9 mesi, in corrispondenza della durata del lavoro (dopo il secondo permesso per lavoro subordinato stagionale, il datore di lavoro può richiedere il nulla osta al lavoro pluriennale che ha una validità di 3 anni e viene rilasciato con l’indicazione del periodo di validità per ciascuno dei 3 anni).

Rispondi