Crisi: 300 imprese chiuse al giorno

29 Mar    Varie

La crisi non rallenta, anzi.

Almeno a giudicare dai preoccupanti dati diffusi dalla Confcommercio su dati di Movimprese.

Nel 2009 sarebbero nate 85.743 nuove imprese commerciali, ma le chiusure ammontano a 114.016.
Questo porta ad un saldo negativo di -28.273.

Quasi 310 imprese commerciali chiuse al giorno, un dato a dir poco impressionante.

Le imprese lamentano lungaggini burocratiche e un intervento statale sulla crisi quasi inesistente, con il Governo Berlusconi affaccendato in altre priorità.

A dare manforte alla crisi ci pensa anche la contraffazione dei prodotti che toglie un’ampia fetta delle vendite delle imprese regolari.

Chi da la responsabilità totalmente alla crisi mondiale sbaglia perché, alla luce dei dati del biennio 2008/2009 il saldo risulta comunque negativo di 38.531 unità chiuse.

Mariano Bella, responsabile Ufficio Studi di Confcommercio, agginge: “tra il 2007 e il 2008 è raddoppiato il numero di imprese in perdita: se nel 2007 l’80% delle pmi italiane ha chiuso in utile, solo il 40% ha archiviato il 2008 in positivo”.

Rispondi