rifiutare un lavoro già accettato

Come rifiutare un lavoro già accettato

Quando si è alla ricerca di un lavoro, possono aprirsi diverse opportunità professionali tra le quali fare una scelta.

Che si tratti di un approccio proattivo da parte tua o di una proposta fatta a te, ad esempio da un’azienda concorrente, dovrai prendere la decisione di accettare o rifiutare le posizioni che ti vengono offerte.

Come rifiutare un’offerta di lavoro già accettata senza bruciarsi professionalmente? Ecco i nostri consigli per aiutarti ad annunciare la tua decisione.

Prenditi del tempo per pensare

Prima di tutto, prima di accettare un’offerta di lavoro, ricorda che va benissimo impiegare dalle 24 alle 72 ore per pensarci su.

Non è una situazione disapprovata, ma assicurati di rassicurare il datore di lavoro dicendo di essere ancora interessato al lavoro. Spiegagli che “stai anche aspettando di ricevere altre risposte e poiché vuoi impegnarti seriamente nel tuo lavoro futuro, è importante che tu prenda il tempo per riflettere attentamente su quest’offerta”.

Quindi prenditi del tempo per valutare i pro e i contro della tua decisione, recuperando tutte le informazioni per fare una scelta informata.

Come rifiutare un lavoro in modo professionale?

In caso di recesso o rifiuto di una posizione, non tardare ad informare il datore di lavoro. Con la tua carriera in piena espansione, è importante rispettare chiunque incontri sul tuo cammino. È quindi meglio affrontare rapidamente questa delicata situazione, in modo da dare al datore di lavoro il tempo di trovare un prossimo candidato.

Evita a tutti i costi la legge del silenzio: come candidato, sai quanto sia spiacevole non avere notizie dopo un colloquio. Per rispetto verso la persona che ti ha ricevuto, e poiché è importante mantenere un atteggiamento professionale in ogni circostanza, abbi cura del modo in cui esponi il tuo rifiuto.

Scegli il momento giusto per rifiutare l’offerta. Rispondendo a colpo d’occhio a un’email, ti stai chiaramente posizionando come un candidato che non ha avuto il tempo di studiare la proposta. Scegliere la giusta tempistica può essere anche strategico per te: non sarebbe nel tuo interesse aspettare risposte da altre aziende prima di rifiutare un lavoro?

Per telefono o email, definisci come intendi rifiutare l’offerta: sta a te scegliere il modo più appropriato per farlo. Un’e-mail educata e chiara sarà sufficiente se si tratta di un’offerta ricevuta tramite e-mail. Se invece decidi di rifiutare un’offerta dopo aver sostenuto due colloqui di lavoro, dovresti chiamare il responsabile del reclutamento.

Spiega la tua decisione e se possibile argomenta la tua scelta di rifiutare l’offerta di lavoro. Queste informazioni possono essere incluse anche per iscritto se si opta per l’e-mail di rifiuto, che è più formale.

Cosa fare se è stato firmato il contratto?

Hai firmato un contratto di lavoro da poco, stai per iniziare l’attività, ma all’improvviso ti è arrivata una nuova proposta d’impiego molto più vantaggiosa. Puoi disdire il contratto di lavoro, dal momento che non hai ancora preso servizio?

Se hai già firmato un contratto, leggilo attentamente per assicurarti che non ci saranno ripercussioni legali per il rifiuto del lavoro. Ad esempio, alcuni contratti dicono che hai una certa finestra di tempo durante la quale puoi rifiutare il lavoro o che devi dare un preavviso di un certo numero di giorni.

Verificare con un avvocato o un esperto di lavoro solo per assicurarsi che non ci saranno conseguenze legali per il rifiuto del lavoro.

Rispondi