I lavoratori dell’ex azienda insolvente

Il Senato ha approvato un emendamento che abolisce una norma nel decreto legislativo dell’8 luglio 1999, norma che prevedeva il trasferimento e l’inserimento dei lavoratori di un settore dismesso di una grande impresa in stato di insolvenza, nell’azienda subentrante. L’emendamento del governo è inserito nel decreto sulle infrastrutture, approvato con 141 sì, 101 no e un astenuto. L’ex dirigente della Cgil, Paolo Nerozzi, come leggiamo su Aprile on line, ha parlato di un “colpo a diritti che i lavoratori hanno conquistato in decenni di battaglie“.

Rispondi