Apprendistato – Ordinamento Italiano

8 Ago    Contratti di Lavoro

Nel nostro ordinamento italiano, l’apprendistato si configura come un rapporto di lavoro, che in prevalenza ha una funzione di formazione, regolata dal D.lgs. n.276 del 2003, che individua tre forme di apprendistato:
– Apprendistato per l’espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione
– Apprendistato professionalizzante per il conseguimento di una qualificazione attraverso una formazione sul lavoro e un apprendimento tecnico-professionale
– Apprendistato per l’acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione.

Queste diverse tipologie vengono disciplinate dalle regioni e dai contratti collettivi.

Detto rapporto di lavoro, intercorre grazie ad un accordo tra le parti, che instaurano un contratto lavorativo cosiddetto di tipo Misto, poichè l’onere principale si rifà in capo al datore di lavoro che ha il dovere di nfornire competenze tecnico-scientifiche, sia il dovere di affiancare praticamente l’apprendista, nonchè di fornirgli una retribuzione consona.
Tutto questo mediande la stipula di un Contratto di Lavoro in forma scritta con in allegato il Piano Informativo Individuale, e per una durata di minimo 2 anni e masssima di 6 anni.

Con l’applicazione – ancora parziale – della nuova disciplina (D.lgs. 276/03) l’istituto dell’apprendistato potrà essere applicato per assumere giovani tra i 16 e i 29 anni, secondo nuove modalità:

– da 16 a 18 anni non compiuti per i percorsi di apprendistato in diritto dovere di istruzione e formazione;

– da 18 a 29 anni (la Circ. del M. L. P. S. n. 30 del 15.07.05, al punto IV “Limiti di età” prescrive che “L’assunzione potrà essere effettuata fino al giorno antecedente al compimento del trentesimo anno di età, ovvero fino a 29 anni e 364 giorni” ) per i percorsi di apprendistato professionalizzante solo se c’è stato il recepimento della nuova normativa nel CCNL applicato. Per soggetti in possesso di una qualifica professionale, conseguita ai sensi della legge 28 marzo 2003, n. 53, o conseguita con un precedente rapporto di apprendistato, il contratto di apprendistato professionalizzante può essere stipulato a partire dal diciassettesimo anno di età (cfr. art. 49 c. 2);

– da 18 a 29 anni per i percorsi di apprendistato per l’acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione.
Fonte: wikipedia

Rispondi