9 Euro di Aumento agli Statali Previsti dalla Finanziaria

23 Set    Varie

Con i soldi previsti dalla Finanziaria i dipendenti pubblici avrebbero diritto a un aumento di 9 euro, lordi, a partire da aprile prossimo aprile. Che diventerebbero circa 20 euro, con successive tranche, nel 2012. Una cifra irrilevante, in questo momento di inflazione. Sono del resto i soldi che servono per la “vacanza contrattuale”, cioè quell’indennità che si paga quando i contratti non si rinnovano. Una sorta di anticipo sugli aumenti futuri.

In sostanza il testo della Finanziaria dice: per adesso i contratti non li rinnoviamo, ne parleremo più avanti. All’articolo 2 comma 16 si trova un impegno esplicito alla «individuazione delle ulteriore risorse finanziarie occorrenti». Risorse che al momento non vengono quantificate.

I sindacati ovviamente non sono entusiasti della situazione. Anche la Cisl si lamenta: «Siamo preoccupati per le risorse che mancano» dichiara Giovanni Faverin, segretario di categoria del pubblico impiego. Faverin però ricorda anche che così «è sempre avvenuto con tutti i governi all’inizio di ogni stagione contrattuale (Prodi nel 2006 aveva addirittura previsto 8 euro!)». In quell’occasione in verità Cgil Cisl e Uil fecero uno sciopero di protesta contro il governo, con manifestazione a Piazza San Giovanni.

La Cgil ieri ha polemizzato con il ministro Renato Brunetta, che in una nota per la stampa aveva inizialmente accreditato lo stanziamento di 3,4 miliardi per i contratti pubblici. Come il ministro stesso ha poi spiegato, la cifra realmente disponibile in realtà è di 693 milioni per il 2010 e di un miliardo e 700 milioni a regime (appunto quello che basta a pagare i 10-20 euro lordi di cui sopra). Il responsabile Cgil dei settori pubblici Michele Gentile ironizza su una «moltiplicazione dei pani e dei pesci» e denuncia: «Alla prima occasione, il governo viene meno all’accordo separato sul nuovo modello contrattuale. Tutti ne dovrebbero tenere conto».

Rispondi