Contributi Inps per Lavoratori Domestici – Prima Scadenza

12 Ott    Norme e Leggi

Scade domani, sabato 10 ottobre, il termine per versare i contributi dovuti per il personale domestico impiegato nel terzo trimestre di quest’anno (luglio-settembre 2009).
Per il pagamento, devono essere utilizzati i bollettini precompilati in base ai dati comunicati all’Istituto. Se sono intervenuti cambiamenti, occorre invece servirsi dei bollettini “in bianco” – inviati ai datori di lavoro assieme a quelli precompilati – in cui devono essere riportate le nuove informazioni. In questo caso, per calcolare l’importo dovuto sulla base della retribuzione e della durata oraria settimanale, si può utilizzare la seguente tabella:

Retribuzione effettiva oraria
Fino a euro 7,17 con quota assegni familiari € 1,33 (0,32)* mentre senza assegni familiari € 1,33 (0,32)*
Oltre € 7,17 e fino a € 8,75 con quota assegni familiari € 1,50 (0,36)*, mentre senza assegni familiari € 1,50 (0,36)*
Oltre € 8,75 con quota assegni familiari € 1,83 (0,44)*, mentre senza assegni familiari € 1,83 (0,44)*
Lavoro superiore a 24 ore settimanali con quota assegni familiari € 0,97 (0,23)*, mentre senza assegni familiari € 0,96 (0,23)*
*La cifra tra parentesi è la quota a carico del lavoratore

Inoltre è importante che i datori di lavoro possono dedurre dal proprio reddito la parte dei contributi previdenziali e assistenziali (rimasta a loro carico) versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza familiare, entro il tetto annuo di 1.549,37 euro. Per fruire dell’agevolazione fiscale in sede di dichiarazione dei redditi, basta conservare i bollettini Inps utilizzati per effettuare i versamenti.
L’ultimo appuntamento con i contributi 2009 per i lavoratori domestici, relativi al quarto trimestre (ottobre-dicembre), è fissato per l’inizio del prossimo anno, dal 1° al 10 gennaio.
Fonte: Fiscoggi.it

Rispondi